Il Magnar

 La realizzazione risale all'anno 1939. Si tratta di un aggiuntivo

 

 munito di   baionetta I che ne consente il collegamento con gli apparecchi che ne sono muniti, in pratica quelli equipaggiati con ottica Xenar o Tessar.

 

 

Potete vedere lo schema ottico. Il complesso consente di quadruplicare la focale da 75 a 300 mm ma  impone l'uso di un adeguato treppiede perchŔ per ottenere buoni risultati occorre diaframmare a f 22. Inoltre l'inquadratura deve avvenire mediante montaggio sull'ottica di mira

e successivo trasferimento a quella di ripresa.

Il numero di esemplari prodotti Ŕ inferiore alle 500 unitÓ, come riferisce Prochnow alla pag. 13-285 del suo Report 1.

Le realizzazioni successive sono il Duonar 2x e il Mutar 1,39 x che offre un effetto tele modesto ma risulta assai pi¨ agevole.

OoOoOoO